Ono Exponential Farming Srl

INFORMAZIONI EX ART. 12 DL START-UP DA PUBBLICARE SU HOME PAGE DEL PROPRIO SITO

  1. Data e luogo di costituzione, nome e indirizzo del notaio: 11/10/2018 – Verona, Notaio Paolo Broccoli – Stradone Povolo n. 12
  2. Sede principale ed eventuali sedi specifiche: San Giovanni Lupatoto (Vr) – Piazza Umberto   I° n. 91/a
  3. Oggetto sociale: La società ha per oggetto lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico, e più specificamente:
    1. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, l’installazione e la manutenzione di impianti produttivi innovativi, atti alla coltivazione intensiva di prodotti vegetali mono e pluricellulari, siano essi organismi di terra o di acqua, destinati o non destinati all’alimentazione umana coltivati all’aperto o in ambienti chiusi, per mezzo di sistemi produttivi tradizionali o sistemi di nuova concezione sviluppati in verticale e senza l’utilizzo di suolo, finalizzati alla movimentazione automatizzata dei contenuti e ad una maggiore resa produttiva attraverso l’utilizzo di tecniche di coltivazione quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo: idroponica, acquaponica o aeroponica.
    2. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, l’installazione e la manutenzione di impianti produttivi innovativi, atti all’allevamento di animali e o insetti, siano essi organismi di terra o di acqua, destinati o non destinati all’alimentazione umana, allevati all’aperto per mezzo di sistemi tradizionali o in ambienti chiusi per mezzo di sistemi produttivi in verticale e senza suolo di nuova concezione finalizzati alla movimentazione automatizzata dei contenuti e all’aumento delle rese produttive.
    3. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, l’installazione e la manutenzione di attrezzature robotiche e o stampanti in tre dimensioni atte alla costruzione di oggetti edibili per l’alimentazione umana e o animale, pronti al consumo nelle diverse condizioni ambientali: normali, estreme o in atmosfera controllata.
    4. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, l’installazione e la manutenzione di ogni genere di sensore attivo o passivo, attrezzatura, strumento e accessorio, utile e   necessario all’implementazione di un’agricoltura di precisione e al funzionamento degli impianti, alla raccolta dati e al miglioramento della sicurezza alimentare e ambientale.
    5. La produzione, la trasformazione, la lavorazione, la manipolazione, la conservazione, la valorizzazione, il confezionamento e il commercio, all’ingrosso e o al dettaglio, di prodotti   agricoli e non agricoli destinati all’alimentazione umana e non umana, destinati al consumo in condizioni ambientali normali, estreme e o in atmosfera controllata.
    6. Lo sviluppo, la produzione, la trasformazione, la lavorazione, la manipolazione, la conservazione, la valorizzazione, il confezionamento e il commercio, all’ingrosso e o al dettaglio, di alimenti funzionali, nutraceutici e o nutrigenomici, di alimenti molecolari (cd a materia soffice), di nuove specie vegetali e di prodotti erboristici o farmaceutici desinati o non al consumo umano.
    7. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, di packaging intelligente attivo o passivo, di proprietà o parti terze, utile e necessario per la gestione delle diverse fasi   produttive e di vendita quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo: lo sviluppo ottimale delle colture e degli allevamenti, la gestione della catena distributiva e di conservazione del prodotto, la commercializzazione   all’ingrosso e o al dettaglio, la certificazione della filiera produttiva, il mantenimento prolungato della freschezza e consumabilità del prodotto confezionato.
    8. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione, l’installazione, la manutenzione, la concessione in utilizzo, anche per mezzo di server in cloud, database distribuiti, blockchain e tecnologie similari, di programmi software, algoritmi neurali e intelligenza artificiale, proprietari o di parti terze, dedicati: al funzionamento e alla gestione, anche in remoto, degli impianti produttivi, di attrezzature robotiche, di strumenti, di accessori, di sensori, di stampanti in tre dimensioni; alla rilevazione e misurazione dei parametri vitali delle colture, degli allevamenti di animali e o insetti, della salubrità e caratteristiche organolettiche degli alimenti o dei prodotti, alla rilevazione, all’analisi, alla elaborazione e al machine learning dei dati acquisiti per mezzo di sensori interconnessi (Internet of things) quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo: nasi elettronici, scanner laser, sensori per indagini chimico-fisiche, sensori per analisi genetiche e ogni altro sensore utile e necessario alla raccolta di metadati utilizzabili per finalità produttive, distributive, commerciali e di analisi; alla misurazione, alla gestione, alla implementazione e ottimizzazione dei processi produttivi, distributivi e di vendita siano essi all’ingrosso o al dettaglio.
    9. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione di servizi, strumenti e processi innovativi a favore del settore agricolo, industriale e distributivo, atti al miglioramento delle rese produttive in termini quantitativi e qualitativi nonché ad un incremento della sicurezza alimentare il cui obiettivo è l’eliminazione di pesticidi, anticrittogamici, nitrati e l’ottenimento di prodotti dalle qualità igienico-sanitarie superiori: eliminazione o riduzione ai minimi termini da fenomeni di contaminazione primaria, secondaria o da intossicazioni o tossinfezioni alimentari, maggiore freschezza, maggiore pulizia, maggiore salubrità, migliori proprietà nutrienti, minori sfridi produttivi, eliminazione o riduzione ai minimi termini di ogni altro elemento biologico, chimico o fisico potenzialmente nocivo alla salute umana.
    10. Perseguire durante le diverse fasi produttive, distributive e commerciali, anche attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili e l’ottimizzazione dei processi, la creazione di un’economia circolare il cui   obiettivo primario è l’implementazione di uno sviluppo sostenibile per mezzo   di una sostanziale riduzione degli sprechi e rigenerazione dei fattori   produttivi nel consumo e utilizzo di risorse primarie quali a titolo   esemplificativo ma non esaustivo: acqua, energia elettrica, carburanti   fossili, carburanti gassosi, carburanti sintetici o vegetali, elementi chimici, elementi biologici e ogni altro fattore produttivo che, direttamente o indirettamente, causi un impatto negativo sull’ambiente e sulla qualità e salubrità del prodotto finale.
    11. Lo sviluppo, la produzione, la   commercializzazione,  l’installazione e   la manutenzione di sistemi di irradiamento luminoso a basso consumo energetico, siano essi di proprietà o di parti terze, funzionali o non agli   impianti produttivi, controllati via software in remoto o in modalità   stand-alone per mezzo di algoritmi neurali e intelligenza artificiale, atti   alla crescita ottimale dei vegetali o allevamento di animali e insetti e   all’incremento delle rese produttive.
    12. Lo sviluppo, la produzione, la commercializzazione,  l’installazione e la manutenzione di sistemi di areazione, climatizzazione e irrigazione, proprietari o di parti terze, controllati via software in remoto o in   modalità stand-alone per mezzo di algoritmi neurali e intelligenza artificiale, funzionali alla coltivazione intensiva di vegetali e o allevamento di animali e insetti, siano essi organismi di terra o di acqua.
    13. La ricerca e lo sviluppo, la registrazione, l’acquisizione e la cessione anche in licenza d’uso, di privative industriali   relative a invenzioni industriali, modelli di utilità, disegni e modelli, marchi   o diritti relativi a programmi per elaboratore, anche per mezzo di accordi di collaborazioni con istituti di ricerca pubblici o privati, per la produzione e commercializzazione di nuovi impianti, attrezzature, accessori, sensori composti biotecnologici-chimici e loro formulazioni, sistemi, processi, cicli   produttivi, controllo della qualità, e ogni altra attività funzionale al   perseguimento dell’oggetto sociale;
    14. Lo sviluppo e la commercializzazione di servizi   erogati anche per mezzo di server in cloud, database distribuiti, blockchain e tecnologie similari, per la gestione di filiere produttive e di vendita   certificate nonché per la tracciabilità dei prodotti con evidenza   dell’origine, qualità, sicurezza alimentare e loro sostenibilità sociale,   ambientale ed economica.
    15. Lo sviluppo, la gestione, la   commercializzazione, di una o più piattaforme digitali e servizi, erogati   anche per mezzo di server in cloud, database distribuiti, blockchain e tecnologie similari, utili e necessarie alla creazione di un sistema di logistica tradizionale o di prossimità nonché una interconnessione funzionale degli apparati e servizi destinati a confluire in un ecosistema digitale.
    16. Per il raggiungimento dello scopo sociale, la società potrà compiere – ma non come oggetto prevalente e non nei confronti del pubblico – operazioni mobiliari, immobiliari e finanziarie di qualsiasi specie, compreso il rilascio di garanzie reali e personali a favore proprio o di terzi, se nell’interesse sociale, nonché assumere partecipazioni e cointeressenze in altre società od enti, consorzi, imprese nei limiti dell’art. 2361 c.c..
    17. Sono comunque escluse dall’oggetto sociale le attività riservate agli intermediari finanziari di cui all’art. 106 del decreto legislativo 1 settembre 1993 n. 385, quelle riservate alle società di   intermediazione mobiliare di cui al d. lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e quelle   di mediazione di cui alla legge 3 febbraio 1989 n. 39, le attività   professionali protette di cui alla legge 23 novembre 1939 n. 1815 e loro   modifiche, integrazioni e sostituzioni e comunque tutte le attività che per   legge sono riservate a soggetti muniti di particolari requisiti non posseduti dalla società.
  4. Breve descrizione dell’attività svolta comprese l’attività e le spese di ricerca e sviluppo
    1. Azienda di carattere fortemente innovativo che intende convergere information technology, intelligenza artificiale, biotecnologie, mecatronica e robotica per vincere le sfide che il mondo attende in tema di agricoltura sana e sostenibile, economia circolare, e di conversione della tendenza distruttiva dell’ecosistema.
  5. Elenco dei soci con trasparenza rispetto a fiduciarie, holding con autocertificazione di veridicità
    1. Il legale rappresentante della società, sottoscrittore dell’adempimento, ai sensi degli articoli 46, 47, e 76 del Dpr 445/2000, dichiara la veridicità dell’elenco soci già iscritto al registro delle imprese e la sua trasparenza rispetto a fiduciarie e holding.
  6. Elenco delle società partecipate: Nessuna
  7. Indicazione dei titoli di studio e delle esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nella start-up innovativa, esclusi eventuali dati sensibili
    1. Ambrosi Thomas: titolo di studio scuola secondaria di primo grado anno di conseguimento 1991, frequentazione di corsi di formazione presso:
      1. Itis G. Ferraris (Verona) – perito industriale   (1986 – 1991):
      2. Università di Trento – Ingegneria dei   materiali (1991 – 1993);
      3. Politecnico di Milano – Ingegneria robotica   (1993 – 1995);
      4. Cuoa Business School (2014 – 2017).
      5. Socio e Amm.re di Tormec Ambrosi Srl società operante nel settore della meccanica industriale di precisione, automotive, metrologia e produzione di macchine da cucito industriale per jeans e camiceria.
    2. Morandin Giorgio: titolo di studio scuola secondaria di secondo grado presso:
      1. Itis G. Marconi (Verona) – anno di conseguimento 1990.
      2. pluriennale esperienza nel settore commerciale di industrie perla produzione di macchine da cucito industriale per Jeans camiceria;
      3. Socio e amm.re di Tormec Ambrosi Srl società   operante nel settore della meccanica industriale di precisione, automotive, metrologia e produzione di macchine da cucito industriale per jeans e camiceria.
    3. Sandrini Stefano: titolo di studio diploma di laurea presso l’università degli studi di Verona, anno di conseguimento 2001.
      1. esercizio dell’attività di dottore commercialista con esperienza nel settore della programmazione e controllo di gestione e della fiscalità internazionale quale socio dello studio Sandrini e Chillè.
  8. Indicazione dell’esistenza di relazioni professionali, di collaborazione o commerciali con incubatori certificati, investitori istituzionali e professionali, università e centri di ricerca.
    1. Progetto di ricerca e sviluppo con il Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona, in collaborazione finanziata dalla Regione veneto e dall’Università di Verona nell’ambito dell’Fondo Sociale Europeo (FSE), di un sistema di vertical farming basato su intelligenza artificiale e recupero di prodotti di scarto.
    2. Progetto di ricerca triennale nell’ambito del bando dell’ateneo di Verona “Joint Project 2018” finanziato dall’azienda e dall’ateneo.
    3. Finanziamento FSE 2018 (Fondo Sociale Europeo) finanziato dalla Regione Veneto per un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università di Verona e l’Università di Trieste dal titolo: “SVILUPPO DI UN SISTEMA AGRICOLO INNOVATIVO TRAMITE VERTICAL FARMING BASATO SU INTELLIGENZA ARTIFICIALE E RECUPERO DI PRODOTTI DI SCARTO. Principal Investigator.
    4. Finanzimento FSE 2019 (Fondo Sociale Europeo) finanziato dalla Regione Veneto per un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università di Verona e l’Università di Trieste dal titolo: FSE 2018 (Fondo Sociale Europeo) finanziato dalla Regione Veneto per un progetto di ricerca in collaborazione con l’Università di Trieste dal titolo: VALORIZZAZIONE DI SCARTI DELLA FILIERA AGRO-ALIMENTARE PER LA PRODUZIONE DI NOVEL FOOD E PER IL MIGLIORAMENTO DELLE RESE PRODUTTIVE IN SISTEMI AGRICOLI TRADIZIONALI ED INNOVATIVI.
    5. Finanziamento CARIVERONA  “Ricerca e Sviluppo 2019”. Research project: “Implementation of an innovative vertical farming system for Agriculture 4.0” in collaborazione con l’Università di Verona, cofinanziato da ONO EF e dal DIparitmento di Biotecnologie dell’Università di Verona.
    6. Joint Project 2019. Progetto congiunto con l’Università di Verona finanziato dall’ Università al 50% dal titolo:  Sviluppo di un sistema indoor innovativo per la produzione di astaxantina.
  9. Elenco dei diritti di privativa su proprietà industriale e intellettuale
    1. Brevetto per invenzione industriale, numero identificativo 102017000092004, domanda presentata in data 08/08/2017.

ONO EXPONENTIAL FARMING

We welcome you to contact us for more information
about our services.